Formazione

PSA Recall Settembre 2022

Nel mese di Settembre 2022, in Australia sono stati richiamati alcuni articoli presenti sul mercato in quanto ritenuti non conformi alle normative vigenti.

Qui di seguito alcune segnalazioni che presentano un’alta percentuale di sequestri e/o ritiri per rischi di lesioni o incidenti in particolar modo dovuti a non conformità.

Nel dettaglio ritroviamo:

4 casi di rischio di incendio:
– il cavo di alimentazione di un pannello riscaldante risulta ancorato in modo inadeguato all’apparecchio e se tirato può staccarsi dall’unità o allentarsi, con rischio di incendio o scossa elettrica che causa lesioni gravi o mortali;
– quando la chiave di accensione del motore fuoribordo in questione viene girata in posizione “on”, potrebbe formarsi una scintilla attraverso la candela. Questa scintilla può accendere il carburante incombusto all’interno del sistema di aspirazione provocando un incendio o un’esplosione, che possono causare incendi con conseguenti lesioni all’operatore o ai passeggeri;
– se la sega richiamata è sovraccarica durante il taglio, il motore elettrico potrebbe surriscaldarsi e guastarsi, oppure causare la fusione della custodia di plastica o l’incendio della sega stessa;
– in determinate circostanze, i componenti interni dell’amplificatore richiamato potrebbero guastarsi durante l’uso, generando calore, fumo e/o fiamme eccessivi.

6 casi di non conformità:
– il prodotto (giocattolo) non è conforme allo standard di sicurezza obbligatorio per i giocattoli a proiettile che avverte i consumatori che il giocattolo non deve essere puntato verso gli occhi o il viso;
– i prodotti non sono conformi alla norma obbligatoria per le cinghie di recupero per autoveicoli. I prodotti non hanno le etichette di avvertenza richieste. Il rischio di lesioni o morte aumenta se le cinghie di recupero vengono utilizzate in modo errato;
– il manuale utente fornito con le sedie a rotelle richiamate non è corretto. Gli utenti possono essere male informati sul peso sicuro della sedia per l’utente, aumentando il rischio di lesioni in caso di rottura;
– il prodotto non è conforme alla norma obbligatoria per i prodotti contenenti batterie a bottone. Il vano batteria a bottone del prodotto non è adeguatamente protetto, rendendolo accessibile a bambini piccoli che potrebbero ingerirlo con il rischio di soffocamento o gravi lesioni interne [2 casi];
– il richiamo è dovuto ad etichettatura alimentare non conforme (data di scadenza errata). Il cibo può causare malattie se consumato.

6 casi di rischio di lesioni:
– il sedile del passeggero di una moto ad acqua potrebbe sganciarsi dalla stessa, provocando un incidente con conseguenti lesioni gravi o mortali;
– la protezione in plastica di una troncatrice potrebbe rompersi o staccarsi. Se la protezione dovesse colpire la lama della sega rotante, i suoi frammenti potrebbero colpire l’utente o gli astanti, causando lesioni;
– la paletta da paddle richiamata può rompersi improvvisamente durante l’uso, esponendo spigoli vivi, comportando il rischio di ferite o lacerazioni;
– il prodotto (giocattolo) contiene batterie a bottone che non sono adeguatamente fissate. Ciò comporta rischio di lesioni gravi interne se dei bambini piccoli hanno accesso alle batterie a bottone e le ingeriscono [3 casi] 

2 casi di rischio di soffocamento:
– il giocattolo presenta una parte superiore trasparente che, nel caso di rottura, rilascerebbe una pallina. Questa pallina, se rilasciata, può rappresentare un rischio di soffocamento per i bambini piccoli e può causare lesioni gravi o morte [2 casi];
Il prodotto potrebbe quindi non essere conforme ai requisiti di dimensione della norma obbligatoria per i giocattoli per bambini fino a 36 mesi di età inclusi.

4 casi di rischio sulla salute:
– confezionamento errato di un prodotto alimentare che ha comportato la presenza di allergeni non dichiarati, con possibilità di allergie o problemi di salute per coloro che ne sono intolleranti/allergici [2 casi];
– il richiamo è dovuto alla fermentazione secondaria. I prodotti alimentari contenenti alcool in eccesso possono causare carbonatazione e conseguenti malattie se consumati;
– il richiamo è dovuto a contaminazione chimica (soluzione igienizzante). I prodotti alimentari contenenti una bassa concentrazione di soluzione igienizzante possono causare malattie se ingeriti.

Per ulteriori dettagli, rimandiamo al sito:
https://www.productsafety.gov.au/

CPSC Recall Settembre 2022

Nel mese di Settembre 2022, la commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo statunitense (CPSC) ha pubblicato un elenco di articoli non ritenuti confacenti alle normative vigenti.

Il Report ha fatto emergere una prevalenza di rischi legati ad articoli finalizzati all’uso da parte di bambini o con gravi pericoli per questa categoria.

Qui di seguito alcuni dei prodotti ritirati e le relative cause:

UTENTE

PRODOTTO

DETTAGLIO RISCHIO

Consumatore adulto

Lama tosaerba (circa 26.300 unità)

La lama del tosaerba può staccarsi inaspettatamente, creando un pericolo di lacerazione.

Consumatore adulto

Sedia in sospensione (circa 5.000 unità)

La sedia sospesa può ribaltarsi e cadere oppure il gancio di metallo o la catena che sospende la sedia possono rompersi quando un consumatore è seduto sulla sedia, ponendo un pericolo di caduta.

Bambino

Passeggino per bambini (circa 14.400 + 310 unità), [2 casi]

– I freni a disco posteriori del passeggino hanno aperture che possono causare gravi lacerazioni se la punta delle dita di un bambino non occupante rimane incastrata nelle aperture mentre il passeggino è in uso.
– Il freno di stazionamento dei passeggini può guastarsi, ponendo rischi di caduta e lesioni ai bambini.

Bambino

Seggiolini da bagno per bambini (circa 1.050 unità)

I seggiolini da bagnetto non soddisfano gli standard di sicurezza federali per i sedili con questa finalità, compresi i requisiti per la stabilità e l’apertura delle gambe, e possono ribaltarsi durante l’uso ponendo un rischio di annegamento per i bambini.

Consumatore adulto/Bambino

Sandali (circa 100 unità)

Lo strato interno dei sandali richiamati contiene livelli di piombo che superano il divieto federale imposto. Il piombo è tossico (soprattutto se ingerito dai bambini piccoli) e può causare problemi di salute.

Bambino

Lampade giocattolo (circa 1.400 unità)

Le luci richiamate possono surriscaldarsi durante l’uso, con pericolo di ustioni.

Bambino

Cuffie antirumore (circa 31.150 unità)

Le batterie alcaline AAA incluse nelle cuffie richiamate possono rompersi, provocando danni all’udito e/o ustioni.

Consumatore adulto

Barattoli (circa 15.900 unità)

Sono stati trovati pezzi di vetro in alcuni dei barattoli richiamati, che rappresentano un pericolo di lacerazione per i consumatori.

Consumatore adulto

Bastone per arrampicata (circa 7.700 unità)

Sotto pressione, uno o più gradini del bastone da arrampicata possono rompersi, causandone la rottura ponendo pericolo di caduta e/o lesioni agli utenti.

Consumatore adulto

Letti a parete (circa 8.200 unità)

I letti a parete possono rompersi o staccarsi dal muro e cadere, ponendo gravi urti e pericolo di schiacciamento.

Bambino

Ascensore (circa 16.800 +1.700 unità), [2 casi]

I bambini possono rimanere intrappolati nello spazio tra la porta esterna del vano corsa e la porta o il cancello della cabina dell’ascensore, ponendo il rischio di lesioni gravi o mortali se l’ascensore viene chiamato a un altro piano.

Consumatore adulto

Bici per ciclisti (circa 1.800 + 420 unità), [2 casi]

Il manubrio delle biciclette può scivolare e far perdere il controllo al ciclista, ponendo un pericolo di caduta.

Consumatore adulto

Tabellone da basket (circa 13.400 unità)

Le saldature nel braccio che collegano il tabellone al palo possono guastarsi e causare la caduta del tabellone, ponendo un rischio di lesioni da impatto per i consumatori.

Consumatore adulto

Tazzina per caffè (circa 25.000 unità)

La tazza per caffè può rompersi o frammentarsi quando viene versato del liquido caldo, con pericolo di ustione.

Consumatore adulto

Coperture di scarico (circa 300 + 5.500 + 300 + 1000 unità), [4 casi]

Le coperture di scarico richiamate non sono conformi agli standard di protezione dall’intrappolamento del Virginia Graeme Baker Pool and Spa Safety Act (VGBA), rappresentando un pericolo di intrappolamento per nuotatori e bagnanti.

Consumatore adulto

Confezione di batterie/caricabatterie (circa 13.700 + 18-200 unità), [2 casi]

La batteria può surriscaldarsi durante la ricarica, creando un pericolo di incendio per i consumatori.

Consumatore adulto/Bambino

Fermaglio per capelli (circa 1.200 unità)

I cristalli sul fermaglio per capelli contengono livelli di piombo che superano il divieto federale. Il piombo è tossico (soprattutto se ingerito dai bambini piccoli) e può causare problemi di salute.

Consumatore adulto

Veicolo a 4 ruote (circa 330 unità)

I tubi dei freni posteriori installati in modo errato possono causare perdite di liquido e ridurre il controllo del veicolo, ponendo rischi di incidenti e lesioni.

Consumatore adulto

Veicolo a 4 ruote (circa 34.000 unità)

Le articolazioni dello sterzo e i bracci ad A del PTV possono rompersi durante o dopo un impatto e causare la perdita di controllo dello sterzo, ponendo rischi di incidenti e lesioni.

Per ulteriori dettagli, rimandiamo al sito:
https://www.cpsc.gov/

Decreto 4 agosto 2022 | Modifiche All. III Decreto n. 27/2014 (RoHS)

Riferimenti al Decreto Legislativo n.27 del 4 Marzo 2014, Allegato III

Qui di seguito riportiamo informazioni e collegamenti utili a fini informativi sulle modifiche all’Allegato III del Decreto Legislativo 4 marzo 2014 n.27, riguardante l’attuazione della Direttiva 2011/65/UE sulla restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (RoHS).

Con il DECRETO 4 agosto 2022 il MINISTERO DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA attua in Italia alcune direttive delegate sulla restrizione all’uso del mercurio in particolari tipi di lampade.

Le direttive delegate in oggetto sono le seguenti: (UE) 2022/274, (UE) 2022/275, (UE) 2022/276, (UE) 2022/277, (UE) 2022/278, (UE) 2022/279, (UE) 2022/280, (UE) 2022/281, (UE) 2022/282, (UE) 2022/283, (UE) 2022/284, (UE) 2022/287.

Quando entrano in vigore?
Le disposizioni saranno applicate a partire dal 1° ottobre 2022.

Per ulteriori dettagli, rimandiamo al sito:
www.gazzettaufficiale.it

clicca qui per essere reindirizzato alla pubblicazione in questione:

CPSC Recall Luglio 2022

Nel mese di Luglio 2022, la commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo statunitense (CPSC) ha pubblicato un elenco di articoli non ritenuti confacenti alle normative vigenti.

Il Report ha fatto emergere una prevalenza di rischi legati ad articoli finalizzati all’uso da parte di bambini o con gravi pericoli per questa categoria.

Qui di seguito alcuni dei prodotti ritirati e le relative cause:

UTENTE

PRODOTTO

DETTAGLIO RISCHIO

Bambino

Libri ludici e giocattoli (circa 185.700 + 1.500 unità)

Presenza di piccole parti che possono staccarsi, rappresentando un rischio di soffocamento per i bambini piccoli.

Consumatore adulto

Prodotti di consumo (circa 5.400 + 32.500 unità)

Prodotti instabili, ponendo rischi di ribaltamento e intrappolamento che possono provocare morte o gravi lesioni ai consumatori. [2 casi]

Bambino

Giocattoli a motore/batteria (circa 1.100 + 160 + 3.310 + 1.750 unità)

Parti del prodotto non fabbricate secondo le specifiche che possono guastarsi, con rischi di incidenti e lesioni. [4 casi]

Consumatore adulto

Tende da campeggio (circa 5.050 unità)

Il prodotto può deteriorarsi se esposto a temperature elevate o rilasciare grandi quantità di fumo, ponendo un rischio di lesioni o inalazione di fumo.

Consumatore adulto

Caschi multiuso (circa 12.655 unità)

I caschi richiamati non sono conformi ai requisiti del sistema di stabilità e ritenzione della posizione dello standard di sicurezza federale CPSC degli Stati Uniti per i caschi da bicicletta. I caschi possono non proteggere in caso di incidente, ponendo un rischio di lesioni alla testa.

Professionista

Cosciali di sicurezza (circa 300 unità)

Parti di imbracature di sicurezza che possono allentarsi e scivolare, creando un pericolo di caduta.

Consumatore adulto/Professionista

Dispositivi subacquei per immersioni (circa 16.400 + 500 unità)

– I prodotti subacquei richiamati possono non adattarsi all’altitudine dell’utente e visualizzare calcoli errati per i tempi di immersione, con rischi di lesioni da posa (malattia da decompressione) e rischi di annegamento.
– L’acqua può penetrare nel dispositivo di comunicazione subacqueo, provocando il cortocircuito e l’accensione del circuito della batteria dopo l’immersione, con conseguente rischio di incendio.

Bambino

Biberon (circa 100 unità)

Le bottiglie contengono livelli di piombo che superano i limiti del divieto federale. Il piombo è tossico se ingerito da bambini piccoli e può causare problemi di salute molto negativi.

Bambino/Consumatore adulto

Prodotti di consumo/Giocattoli (circa 85 + 206.200 unità)

Parti in vetro che possono fuoriuscire dalla copertura se spinte, ponendo un pericolo di lacerazione.

Consumatore adulto/Bambino

Miscele e aromi per l’ambiente (circa 154.300 unità)

I prodotti richiamati contengono idrocarburi a bassa viscosità che devono essere in imballaggi a prova di bambino come richiesto dal Poison Prevention Packaging Act (PPPA). L’imballaggio dei prodotti non è a prova di bambino, presentando un rischio di avvelenamento. Inoltre, l’etichetta sui prodotti viola la legge federale sulle sostanze pericolose (FHSA) omettendo le informazioni obbligatorie sulla confezione.

Bambino

Tende e casette da gioco (circa 251.600 unità)

I prodotti non soddisfano gli standard di infiammabilità del settore per questi prodotti, ponendo il rischio di ustioni ai bambini.

Consumatore adulto/Professionista

Ricetrasmettitori (circa 76.300 unità)

I ricetrasmettitori richiamati potrebbero non passare dalla modalità SEND alla modalità SEARCH. Se ciò dovesse accadere, il dispositivo non sarebbe in grado di localizzare uno sciatore in una valanga, il che potrebbe causare gravi lesioni o casi di morte.

Per ulteriori dettagli, rimandiamo al sito:
https://www.cpsc.gov/

PSA Recall Luglio 2022

Nel mese di Luglio 2022, in Australia sono stati richiamati alcuni articoli presenti sul mercato in quanto ritenuti non conformi alle normative vigenti.

Qui di seguito alcune segnalazioni che presentano un’alta percentuale di sequestri e/o ritiri per rischi relativi alla salute e in particolare (nella maggior parte dei casi) per allergeni potenzialmente dannosi non dichiarati.

Nel dettaglio ritroviamo:

8 casi di rischio per la salute:
– presenza di allergeni non dichiarati che possono causare problemi di salute in soggetti allergici [7 casi]
– presenza di ossido di etilene in prodotti alimentari che possono causare malattie se consumati.

4 casi di rischio di incidenti e lesioni:
– difetti di fabbricazione che aumentano il rischio di incidenti e lesioni [4 casi]

2 casi di rischio di scossa elettrica:
– le parti metalliche della presa USB sul retro della macchina potrebbero abbassare la tensione causando scosse o lesioni mortali
– cavo di alimentazione del prodotto ancorato in modo inadeguato all’apparecchio

3 casi di rischio microbiologico:
– contaminazione microbica che può causare malattie soprattutto nelle donne incinta, nei neonati o nei soggetti con un sistema immunitario debole [3]

3 casi di rischio di soffocamento:
– il prodotto non rispetta gli standard di sicurezza per i giocattoli sotto i 36 mesi di età per la presenza di piccole parti [3 casi]

Per ulteriori dettagli, rimandiamo al sito:
https://www.productsafety.gov.au

Rapex Report Luglio 2022

Nel mese di Luglio 2022, la Commissione Europea ha pubblicato 4 Reports, con le relative informazioni rispetto ai prodotti considerati pericolosi in quanto non conformi alle pertinenti Direttive Europee.

Qui di seguito un riassunto della situazione europea nel mese di Luglio.
Oppure scarica i 4 report settimanali completi.

Anteprima esempio:

Report
1° SETTIMANA

Anteprima esempio:

Report
2° SETTIMANA

Anteprima esempio:

Report
3° SETTIMANA

Anteprima esempio:

Report
4° SETTIMANA

Grafico generale del mese di Luglio 2022, che riporta un numero maggiore di casi di rischi:

– di Lesioni [44] (21%)
Chimici [36] (17.1%)
– di Ustioni [26] (12,4%)

UTENTE

RISCHIO E N.CASI

TIPO DI PRODOTTO

DETTAGLIO RISCHIO

Bambino

Strangolamento [14]

Abbigliamento, Giocattoli

Il prodotto non soddisfa i requisiti della Direttiva sulla Sicurezza Generale nè della Norma Europea EN 14682

Consumatore adulto

Lesioni [6]

Prodotti di consumo

Il prodotto non soddisfa i requisiti della Direttiva sulla Sicurezza Generale dei prodotti nè la Norma Europea EN 131-2

Consumatore adulto

Ustioni, lesioni alla vista [6]

Prodotti di consumo

Il prodotto non soddisfa i requisiti della Direttiva Pirotecnica

Consumatore adulto

Incendio, Lesioni [24]

Veicoli

Il prodotto non è conforme al Regolamento relativo all’omologazione e alla vigilanza del mercato dei veicoli a motore

Consumatore adulto

Annegamento [3]

Imbarcazioni

Il prodotto non è conforme ai requisiti della Direttiva sulle imbarcazioni

Consumatore adulto/Professionista

Tagli [22]

Macchinari

Il prodotto non è conforme alla Direttiva Macchine nè alla Norma Europea EN 60745-2-3

Consumatore adulto/Professionista

Lesioni alla vista

Macchinari

Il prodotto non è conforme alla Direttiva Macchine 

Consumatore adulto/Professionista

Ustioni, Lesioni [6]

Dispositivi elettronici

Il prodotto non è conforme ai requisiti della Direttiva ATEX nè alla Norma Europea EN 60079-11

Consumatore adulto

Ustioni, Scossa elettrica [14]

Prodotti di consumo

Il prodotto non è conforme ai requisiti della Direttiva Bassa Tensione

Consumatore adulto

Rischio chimico [27]

Cosmetici

Il prodotto non è conforme al Regolamento sui prodotti cosmetici

Consumatore adulto

Microbiologico

Cosmetici

Il prodotto non è conforme al Regolamento sui prodotti cosmetici

Bambino

Soffocamento [9]

Giocattoli

Il prodotto non è conforme ai requisiti della Direttiva sulla Sicurezza dei Giocattoli nè alla Norma Europea EN 71

Bambino

Lesioni [7]

Giocattoli

Il prodotto non è conforme ai requisiti della Direttiva sulla Sicurezza dei Giocattoli nè alla Norma Europea EN 71-1

Bambino

Lesioni

Giocattoli

Il prodotto non è conforme ai requisiti della Direttiva sulla Sicurezza dei Giocattoli nè alla Norma Europea EN 71-8

Bambino

Rischio ambientale [2]

Giocattoli

Il prodotto non è conforme ai requisiti della Direttiva sulla Restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettroniche (ROHS)

Consumatore adulto/Professionista

Rischio per la salute [7]

Dispositivi di protezione individuale

Il prodotto non è conforme al Regolamento sui dispositivi di Protezione Individuale

Bambino/Consumatore adulto

Rischio chimico [26]

Giocattoli, Prodotti di consumo

Il prodotto non è conforme al Regolamento REACH

Consumatore adulto

Asfissia

Prodotti di consumo

Il prodotto non è conforme al Regolamento sugli apparecchi a gas

Consumatore adulto

Rischio chimico [3] 

Prodotti di consumo

Il prodotto non è conforme al Regolamento relativo alla Classificazione, Etichettatura ed Imballaggio di sostanze e miscele

Normativa UNI EN 12464-1:2021 e Certificazioni LEED e WELL

Nel Giugno 2011 il Consiglio europeo ha emanato l’ultimo aggiornamento alla norma del 2008 “Light and Lighting – Lighting of work places – Part 1: Indoor work places” come riferimento normativo per tutti i paesi Ue in merito all’illuminazione negli ambienti di lavoro.

La norma è stata recepita dall’Italia nel luglio 2011. La UNI EN 12464-1:2021 sostituisce dunque la precedente 10.380. Nella norma vengono indicati i requisiti illuminotecnici degli ambienti di lavoro, con l’obiettivo di garantire il comfort e le prestazioni visive. La norma non prescrive invece i parametri illuminotecnici relativi alla salute e alla sicurezza sul lavoro, per i quali si rinvia alla legge 696/94.

Cosa intendiamo per
COMFORT e PRESTAZIONI VISIVE?

COMFORT VISIVO

Non si può svolgere adeguatamente la propria mansione se in ufficio c’è un’illuminazione che produce abbagliamento.
Un’illuminazione di qualità garantisce una sensazione di benessere sul luogo di lavoro.

PRESTAZIONI VISIVE

Allo stesso modo, con un’illuminazione non adeguata, possono venire meno efficienza e accuratezza del lavoro, come anche velocità di scrittura e lettura, con un impatto negativo sulla produttività lavorativa.

La Normativa UNI EN 12464-1:2021 indica i parametri fondamentali da rispettare per raggiungere un’illuminazione ottimale all’interno dell’ambiente di lavoro. 

Quali sono i principali parametri?

1. DISTRIBUZIONE DELLE LUMINANZE: È necessario evitare contrasti di luminanze troppo elevati, che potrebbero aumentare l’abbagliamento, o troppo bassi, che potrebbero invece creare un ambiente di lavoro poco stimolante. 

2. ILLUMINAMENTO: La Norma UNI EN 12464-1:2021 fornisce i parametri per la definizione dell’illuminamento medio (E m), per garantire comfort e prestazioni visive in ufficio nell’area del compito visivo*.

* Il compito visivo è l’insieme degli elementi visivi (dimensioni della struttura, contrasto e durata) che riguardano il lavoro effettuato. La zona del compito è la parte del posto di lavoro nella quale viene svolto il compito visivo.

3. ABBAGLIAMENTO MOLESTO: L’abbagliamento molesto o diretto è provocato direttamente dagli apparecchi di illuminazione o dalle finestre. Esso impedisce una visione corretta del compito visivo e deve essere valutato utilizzando il metodo CIE.

4. ASPETTI DEL COLORE: I fattori per descrivere le proprietà cromatiche della sorgente luminosa sono due:
– la temperatura di colore, che indica l’apparenza;
– l’indice di resa del colore, che misura il colore di un oggetto illuminato artificialmente.

L’apparenza del colore è definita dalla temperatura di colore correlata.

5. SFARFALLAMENTO ED EFFETTI STROBOSCOPICI: La norma raccomanda di progettare impianti d’illuminazione che limitino lo sfarfallamento e gli effetti stroboscopici che possono provocare distrazioni, emicranie o malesseri vari. 

6. FATTORE DI MANUTENZIONE: Il progettista lo stabilisce sulla base delle caratteristiche dell’impianto.

Le Certificazioni LEED e WELL
I protocolli LEED (Leadership in Energy and Environmental Design)
e WELL (Well Building Standard) sono certificazioni ambientali.
La prima focalizzata su ambiente ed energia, la seconda sul benessere di chi occupa gli edifici.

Sono perciò due certificazioni complementari, che consentono di progettare e costruire un edificio altamente performante sotto i punti di vista energetico e ambientale, garantendo il benessere delle persone che usufruiranno degli spazi.

Le certificazioni possono essere applicate a qualsiasi tipo di edificio, sia commerciale che residenziale, o anche pubblico, come ospedali e scuole.

Guida blu all’attuazione della normativa UE sui prodotti 2022

GUIDA BLU

DESCRIZIONE E SCOPO
La Commissione Europea ha ufficializzato il processo di revisione della “Blue Guide 2016”, che rappresenta uno dei principali documenti di riferimento sulle modalità di attuazione della normativa UE sui prodotti spesso utilizzato dai laboratori e dagli organismi di valutazione della conformità.
 
Fu pubblicata la prima vola nel 2000. Da allora è diventata uno dei principali punti di riferimento sui criteri della legislazione fondata sul nuovo approccio, cui ora si applica il nuovo quadro legislativo.
 
Nel suo percorso temporale, La «Guida Blu» è stata poi rivista nel 2014, per tenere conto dei nuovi sviluppi e garantire una comprensione comune più ampia possibile dell’attuazione del nuovo quadro legislativo per la commercializzazione dei prodotti. Successivamente è stata ulteriormente rivista e adattata nel 2016.
Fino ad oggi, sottoposta a revisione ed aggiornamento.
200 1
1° PUBBLICAZIONE
201 1
1° RIVISITAZIONE
201 1
2° RIVISITAZIONE
202 1
AGGIORNAMENTO
La guida ha lo scopo di illustrare i diversi elementi del nuovo quadro legislativo e della vigilanza del mercato.

L’ obiettivo di questo aggiornamento non è quello di riscrivere completamente la <<Blue Guide>> , ma piuttosto di affrontare gli eventuali problemi che potrebbero emergere a seguito delle nuove normative e di sviluppare ulteriormente i punti della guida che si ritiene abbiano bisogno di maggior chiarezza.

La «Guida Blu» ha valore esclusivamente orientativo e non giuridico, rappresenta comunque il miglior strumento interpretativo di origine comunitaria rispetto alle DIrettive e Regolamenti citati. 

Qui di seguito proponiamo:

La Guida Blu all’attuazione della normativa UE sui prodotti 2022
in formato digitale

da scaricare e consultare 

CPSC Recall Giugno 2022

Nel mese di Giugno 2022, la commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo statunitense (CPSC) ha pubblicato un elenco di articoli non ritenuti confacenti alle normative vigenti.

Il Report ha fatto emergere una prevalenza di rischi legati ad articoli finalizzati all’uso da parte di bambini o con gravi pericoli per questa categoria.

Qui di seguito alcuni dei prodotti ritirati e le relative cause:

UTENTE

PRODOTTO

DETTAGLIO RISCHIO

Bambino

Giocattoli vari (700.100 unità)

I componenti dei prodotti richiamati contengono livelli di ftalati e piombo che superano lo standard. Gli ftalati e il piombo sono tossici se ingeriti dai bambini piccoli e possono causare problemi di salute o avvelenamento. [3 casi]

Bambino

Giocattoli vari (circa 3.150 unità)

Componenti dei giocattoli possono staccarsi rilasciando piccole parti di plastica, che rappresentano un pericolo di soffocamento per i bambini.

Bambino

Abbigliamento per bambini (circa 136.600 unità + 10.850 + 480 +2.000 + 9.100)

I capi non soddisfano gli standard di infiammabilità per gli indumenti per bambini, ponendo il rischio di ustioni gravi. [2 casi]

Consumatore adulto / Bambino

Prodotto da banco (circa 34.000 + 25.660 + 209.430 + 137.300 unità + 9.000)

La confezione dei prodotti da banco richiamati contiene sostanze (come paracetamolo, acetaminofene, ibuprofene) senza essere in imballaggi a prova di bambino, presentando un rischio di avvelenamento se il contenuto viene ingerito da bambini piccoli.

Consumatore adulto / Professionista

Ricetrasmettitore per valanghe (circa 9.000 unità)

L’interruttore a levetta può separarsi dal ricetrasmettitore e impedire che questo passi alla modalità di ricerca, rendendo difficile individuare uno sciatore in una valanga.

Consumatore adulto

Frigorifero (367.500 unità di cui 7.180 già vendute in Canada)

Il braccio del rilevatore del livello del ghiaccio può rompersi in piccole parti che, cadendo nel secchiello del ghiaccio, causano un pericolo di soffocamento.

Consumatore adulto

Supporto per contenitori per cottura al microonde

Il tessuto del supporto si può carbonizzare dopo essere stato nel microonde per i tre minuti consigliati, creando un pericolo di incendio.

Consumatore adulto

Tapis roulant (cica 7.300 unità)

I tapis roulant possono mettersi in movimento da soli, causando lesioni.

Consumatore adulto / Bambino

Luce per Halloween (12.400 unità)

La lampadina nell’apparecchio può scoppiare, lampeggiare e surriscaldarsi, creando rischi di incendi e ustioni.

Consumatore adulto

Bicicletta elettrica (2.230 unità)

Il parafango posizionato troppo vicino alla ruota anteriore, può causarne il bloccaggio con conseguente decelerazione improvvisa, ponendo rischi di incidenti e lesioni al pilota.

Consumatore adulto

Lampade a sospensione (670 unità)

Le lampade a sospensione in vetro possono staccarsi dal cavo elettrico, provocando la caduta inaspettata dell’apparecchiatura, con rischio di lesioni da impatto.

Consumatore adulto / Professionista

Veicoli fuoristrada (circa 3.500 unità)

Ai veicoli manca l’etichetta “Limite di carico massimo” che può causare carichi e pesi della linguetta troppo pesanti per il traino e l’attacco del rimorchio del veicolo, causando incidenti e rischi di lesioni a causa del peso eccessivo.

Consumatore adulto

Caldaia domestica (circa 545 unità)

L’interruttore della temperatura dello sfiato può non funzionare correttamente, causando il rilascio di gas, compreso il monossido di carbonio (CO), nelle case dei consumatori, ponendo il rischio di avvelenamento da monossido di carbonio.

Per ulteriori dettagli, rimandiamo al sito:
https://www.cpsc.gov/

PSA Recall Giugno 2022

Nel mese di Giugno 2022, in Australia sono stati richiamati alcuni articoli presenti sul mercato in quanto ritenuti non conformi alle normative vigenti.

Qui di seguito alcune segnalazioni che presentano un’alta percentuale di sequestri e/o ritiri per non conformità con conseguenti rischi per la salute e la sicurezza.

Nel dettaglio ritroviamo:

5 casi di non conformità che causa rischi per la salute:
– l’etichetta/il packaging non contiene le informazioni sugli allergeni [3 casi]
– il prodotto non è stato testato sulla base degli standard obbligatori di sicurezza
– Il prodotto non è conforme allo standard di sicurezza obbligatorio per i giocattoli per bambini fino a 36 mesi di età per presenza di piccole parti removibili

3 casi di rischio per la salute:
– prodotto alimentare contenente corpi estranei (plastica)
– microinfusore per insulina che riscontra problemi al software [2 casi]

1 caso di rischio microbiologico:
– per potenziale contaminazione microbica

1 caso di rischio di lesioni o ustioni:
– prodotto con una parte in vetro (su griglia) soggetta a surriscaldarsi e frantumarsi 

5 casi di rischio di lesioni:
– protesi del piede che può rompersi quando vengono applicate torsioni o piegamenti improvvisi ad alto impatto, facilitando ulteriormente il rischio di lesioni della parte interessata
– produzione di autovetture con problemi alla resistenza degli airbag 
– per un problema di fabbricazione che causa instabilità o malfunzionamenti del prodotto [3 casi]

1 caso di rischio di incendio:
– batteria di un prodotto che si consuma troppo rapidamente rispetto al previsto
– tubo di alimentazione del gas a rischio rottura

1 caso di rischio di soffocamento o ingestione:
– parti del silicone di un prodotto che tendono a staccarsi e possono causare soffocamento o ingestione indesiderata soprattutto nei bambini

Per ulteriori dettagli, rimandiamo al sito:
https://www.productsafety.gov.au