Certificazione CE Gas

La Direttiva 2009/142/CE (ex 90/396/CEE) prescrive il rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza degli apparecchi per la cottura, il riscaldamento, la produzione di acqua calda, il raffreddamento, l’illuminazione ed il lavaggio, che bruciano combustibili gassosi ed hanno una temperatura normale dell’acqua, se impiegata, non superiore a 105°. Rientrano inoltre nella direttiva i bruciatori ad aria soffiata ed i corpi di scambio di calore destinati ad essere attrezzati con tali bruciatori. La direttiva copre infine anche i dispositivi di sicurezza, di controllo, di regolazione ed i sottogruppi destinati alla commercializzazione separata. Regolamentata in Italia con il D.P.R. n° 661 del 15/11/1996 la direttiva ha stabilito che dal gennaio 1997 in Italia e in Europa possono essere venduti solo gli apparecchi a gas che ne rispettano i requisiti essenziali e che sono muniti di marcatura CE. In particolare gli apparecchi e i dispositivi che rientrano nel campo di applicazione della direttiva 2009/142/CE (ex 90/396/CEE) devono prima dell’immissione sul mercato europeo:

  • Dimostrare il rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza illustrati nella direttiva.
  • Dimostrare di essere controllati da un organismo notificato che ne attesta la conformità e ne sorveglia la produzione, riportando la marcatura CE seguita dal numero di identificazione dell’organismo notificato.